L’avventura del Graal

25,00 € cad.

Il romanzo e l'’avventura del Graal

a cura di Jose Vincenzo Molle

 

Goffredo di Monmouth - La profezia di Merlino

Robert de Boron – Giuseppe d’Arimatea

Anonimo del xviii secolo – La Storia del Santo Graal

 

pp. 370  -  ISBN 978-88-7 ...

Read more



Product Description

Il romanzo e l'’avventura del Graal

a cura di Jose Vincenzo Molle

 

Goffredo di Monmouth - La profezia di Merlino

Robert de Boron – Giuseppe d’Arimatea

Anonimo del xviii secolo – La Storia del Santo Graal

 

pp. 370  -  ISBN 978-88-7544-313-9  

 

 

L’Avventura del Graal è forse, alle origini, il racconto pagano del tentativo prometeico di un eroe per strappare all’Altro Mondo i suoi segreti ed assicurarsi quindi l’onnipotenza, dando al suo regno (questo mondo) una vita e una prosperità sempre rinnovate. Che cosa potrebbe mancare a chi vince la morte? In quest’ipotesi, lo stesso Graal sarebbe un oggetto magico, un corno d'abbondanza il cui possesso garantisce il trionfo definitivo sulle forze della morte. Il mito del Graal è “cristianizzato” (in parte) da Chrétien de Troyes nel suo Conte du Graal e (totalmente) da Robert de Boron nel suo Joseph d’Arimathie. Robert risale la storia ed origina il Graal in Oriente (al tempo della Passione), fonda la sua presenza in quell’Inghilterra ancora pagana che diverrà il regno di Artù (il più prestigioso dei re britannici) e lo racchiude sotto la gelosa custodia di Bron e dei suoi successori.

Chi, dunque, trasmetterà il segreto? Chi leggerà per gli uomini i segni precursori, mantenendo tuttavia un alone d’ombra e di mistero, affinché si compiano senza ostacoli i disegni divini? Chi altri se non colui che tiene tutta la Storia fra le proprie mani, che può a piacimento commemorarla, predirla o scriverla? Chi se non Merlino il profeta, fondatore della Tavola Rotonda, che disvela le cose dette (passate e future) e la storia del Graal, dalla sua incarnazione alla sua ultima parusìa, annuncio dell'apocalisse arturiana? I vaticini di Merlino sono come una foresta di simboli, in cui le apparizioni e le metamorfosi di animali fantastici si confondono con visioni apocalittiche. La trilogia qui presentata possiede in sé, proprio come Merlino, le sue mutazioni, le sue mouvances: ma il testo continua (identico e unitario) a interrogare le origini della leggenda, a ricordarle e a renderle eterne nella scrittura.

 

Jose Vincenzo Molle (a cura di), è ricercatore confermato di Filologia Romanza presso l'Università di Genova. Ha tradotto e prefato il volume di Paul Zumthor, Lingua, testo, enigma (Il Melangolo, Genova, 1991), ha curato I Templari. La regola e gli statuti dell’Ordine (Ecig, Genova, 1994) e si occupa (sempre per la Ecig) dell’edizione italiana di Gaël Milin, Les chiens de Dieu. La représentation du loup-garou en Occident  (XI-XX siecles).

Chi è ECIG

Dal 1980 l'ECIG, estende il suo catalogo di testi universitari alla saggistica di nicchia, trattando con rigore scientifico e con autori italiani e stranieri specialisti, argomenti storici, filosofici, religiosi ed esoterici. Dedica inoltre qualificate collane alle antiche civiltà europee e extra europee, alle etnie, alle radici dell'Europa, alla storia dei liguri antichi e di Genova

Ordini e Spedizioni

Effettua il tuo ordine.

Verrà gestito in modo veloce e tempestivo!

Contatti

Via Brignole de Ferrari 9

16125 Genova

P. IVA: 00321880106

Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.