Catalogo

Il Tao e la Filosofia di Jaspers

10,00 € cad.

Massimiliano Cabella

Il Tao e la Filosofia di Jaspers

Prefazione di Emanuele Severino

Postfazione di Giorgio Brianese

 

pp. 148  -  ISBN 978-88-7544-334-4  

 

 

Lo scopo complessivo del saggio è di contribuire alla comprensione della cultura e del pensiero cine ...

Read more



Product Description

Massimiliano Cabella

Il Tao e la Filosofia di Jaspers

Prefazione di Emanuele Severino

Postfazione di Giorgio Brianese

 

pp. 148  -  ISBN 978-88-7544-334-4  

 

 

Lo scopo complessivo del saggio è di contribuire alla comprensione della cultura e del pensiero cinese in generale, e del taoismo filosofico in particolare, attraverso l’interpretazione “esistenzialista” del Dao De Jing di Lao Zi proposta da Karl Jaspers.

Per Jaspers il Tao è il nulla: «Per tanto che l’essere è ciò che vediamo, ascoltiamo, prendiamo, che è immagine e figura, il Tao è nulla. L’origine si può raggiungere solo nel Tao privo di essere». Il Tao per Jaspers equivale al suo Tutto-avvolgente che è l’Essere contrapposto agli enti: se consideriamo gli enti come essere, allora il Tao è nulla. In relazione a questa interpretazione il saggio intende mostrare da un punto di vista storico, filosofico, antropologico e filologico la forzatura “etnocentrica” e la problematicità che si presenta nell’identificare il Tao e il nulla. Il Tao del taoismo coincide infatti con l’esserci delle cose stesse, con il mutamento della realtà semplicemente esperita, con la “spontaneità” (zi ran), con l’esser se stesse così come sono da parte di tutte le cose esistenti. Il Tao non è un dio che parla e crea, che salva e che condanna: non c'è un qualcosa di assimilabile a un dio nel pensiero cinese, almeno a partire dalla fine del periodo assiale.

La filosofia di Jaspers viene assunta in questo libro sia come forma paradigmatica di traduzione del taoismo in Occidente sia come una delle forme più coerenti di “nichilismo”, nell’accezione data a questo termine da E. Severino, ovverosia come fede nel divenir altro inteso ontologicamente, cioè come divenir nulla e dal nulla di ogni cosa esistente.

 

Massimiliano Cabella, allievo di Emanuele Severino, è dottorando di ricerca in filosofia interculturale e membro del Team di ricerca Cross cultural and area studies dell’Università Ca’ Foscari di Venezia. Si è diplomato in Lingua e Cultura Cinese presso l’IsIAO di Milano e ha studiato cinese alla Shanghai University insegnando parallelamente lingua italiana alla Tongji University e presso alcune scuole di lingue straniere di Shanghai. In Cina ha soggiornato presso il monastero buddhista chan di Tian Tong nella provincia di Ningbo per studi legati alla sua tesi di laurea. Collabora attivamente con i corsi di Ontologia del prof. G. Brianese all’Università di Venezia e con quelli di Antropologia del prof. M. Aime all’Università di Genova e ha pubblicato vari articoli su temi relativi al confronto con il pensiero cinese tra cui gli ultimi Essere e Nulla nella lingua cinese (2015), Il “divenire dell’essere” nel pensiero cinese e nella filosofia di Emanuele Severino (2015), Lo spazio vuoto della vocazione tra filosofia esistenziale, ermeneutica e pensiero cinese (2015).

 

Chi è ECIG

Dal 1980 l'ECIG, estende il suo catalogo di testi universitari alla saggistica di nicchia, trattando con rigore scientifico e con autori italiani e stranieri specialisti, argomenti storici, filosofici, religiosi ed esoterici. Dedica inoltre qualificate collane alle antiche civiltà europee e extra europee, alle etnie, alle radici dell'Europa, alla storia dei liguri antichi e di Genova

Ordini e Spedizioni

Effettua il tuo ordine.

Verrà gestito in modo veloce e tempestivo!

Contatti

Via Brignole de Ferrari 9

16125 Genova

P. IVA: 00321880106

Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.